CALCIO WORLD ITALIA

L’anno zero della Serie A e Il ritorno al calcio vecchio stampo

Federico Coppini - 08-11-2015 - Letture: 961

L’anno zero della Serie A e Il ritorno al calcio vecchio stampo

Quattro anni di dominio assoluto in campo nazionale e il sogno triplete svanito per un soffio nella calda notte di Berlino. Il ciclo vincente della ‘Vecchia Signora’ sembra essersi chiuso proprio all’Olympiastadion, ad un passo dalla storia, ad un passo dall’eguagliare quel record di cui continuano a fregiarsi gli ‘odiati’ rivali dell’Inter. L’addio di Andrea Pirlo e Arturo Vidal, pilastri della rinascita post Calciopoli, il ritorno in patria di Carlos Tevez, protagonista assoluto della consacrazione a livello europeo, hanno praticamente azzerato il lavoro svolto prima da Antonio Conte e nella passata stagione da Massimiliano Allegri.

L’anno zero della Juventus post Berlino è stranamente coinciso con l’anno zero della Serie A, che dopo anni di dittatura bianconera sta attraversando una fase di anarchia e di equilibrio assoluto. Inter, Fiorentina e Roma si stanno alternando in vetta alla classifica, con il Napoli di Sarri ormai ad un passo da ricevere il testimone di questa anomala staffetta a cui non eravamo abituati.

Questa inversione di tendenza trova la sua principale interpretazione nella statistica e in una sorta di ritorno al passato per quanto riguarda il rapporto tra vittorie in casa e vittorie in trasferta. Uno studio statistico esclusivo compiuto da Bwin ha messo a confronto le percentuali di gare vinte dalla squadre di casa e da quelle in trasferte nelle ultime 26 stagioni.



Nelle ultime tre stagioni dominate dalla Juventus si è registrata la più alta media percentuale di vittorie in trasferta dal lontano 1992/93, quando la percentuale di vittorie fuori casa raggiunse il 28% a fronte del 48% di quelle casalinghe. Quest’anno siamo tornati alla normalità del campionato più bello del mondo, difatti le percentuali registrate nelle prima parte della nuova stagione riposizionano pesantemente i valori su piani classici della Serie A: il 52% di vittorie casalinghe è infatti un parametro fin qui secondo solo al 54% della stagione 1995/96 e al 55% delle annate 1998/99 e 1994/95.



Il ritorno al calcio vecchio stampo, ossia ai tempi in cui vigeva la legge del ‘fattore casa’, ha riequilibrato i valori in campo, accorciando la classifica e favorendo l’alternanza ai piani alti della cosiddette ‘Sette Sorelle’. Tra le coppia di testa composta dalla Fiorentina e la Juventus ci sono solo nove punti, inoltre 24 punti in 11 partite per le squadre in testa al campionato sono un bottino nettamente inferiore alle percentuali delle ultime stagioni fatte registrare dalla Juventus e della Roma dei record.

L’equilibrio finalmente regna sovrano nella nostra Serie A, campionato il cui interesse era stato ridotto ai minimi termini dal dominio assoluto della Juventus. La fase di ricostruzione dei bianconeri, ancora in rodaggio per il mancato ambientamento dei nuovi acquisti, e il rafforzamento generale dei principali competitors a livello di mercato, hanno livellato i valori in campo e restituito a milioni di tifosi quell’alternanza di emozioni che mancava ormai da molto tempo.

La Serie A ha finalmente rispolverato quel fascino che l’ha contraddistinta negli anni d’oro del calcio made in Italy e poco importa se i fenomeni del pallone adesso disputano campionati faraonici come la Liga e la Premier League. Lo spettacolo non è solo sinonimo di Camp Nou o Stamford Bridge, perché adesso a San Siro, all’Olimpico e allo Stadium si fa sul serio.

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(D) 1.6